Blockaden machen HoGeSa Kundgebung zum Desaster!

© Köln gegen Rechts - Antifaschistisches Aktionsbündnis
© Köln gegen Rechts – Antifaschistisches Aktionsbündnis

Das Bündnis „Köln gegen Rechts – Antifaschistisches Aktionsbündnis mobilisierte weit über 5.000 Antifaschisten*innen zu unterschiedlichsten Aktionen. Die Anfahrt vieler Hooligans wurde durch Blockaden bereits im Bahnhof Deutz verhindert. Weitere tausende Gegener*innen des HoGeSa-Aufmarsches blockierten die Deutz-Mülheimerstraße. Letztlich schaften es lächerliche 700 Hooligans – nicht immer unbeschadet – den Barmer Platz zu erreichen. Es hätten noch weniger sein können, wenn die Polizei nicht den Weg für die Hooligans freigeknüppelt hätte. Im Bahnhof und an der Deutz-Mülheimer Straße kam es zu äußerst harten Polizeieinsätzen. Die großartig angekündigte Hogesa-Veranstaltung verkam zum öden Rumgestehe. Viele der Hooligans zogen weit vor Ende der Veranstaltung frustriert ab.
Ca. 3000 Antifaschist*innen demonstrierten abschließend zum Kölner Hauptbahnhof.

Fonte: Köln gegen Rechts

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Canzoni d’amore e libertà

“Canzoni d’amore e libertà”: un’interessante iniziativa dell’Istituto Italiano di Cultura di Colonia.

A.N.P.I. Deutschland ci sarà. E voi?

 

Canzoni d’amore e libertà 

XV Settimana della lingua italiana nel mondo

Concerto con la Compagnia Di Leo
Mario Di Leo, canto e chitarra; Luca Di Leo, chitarra, tromba e contrabbasso, Stella Di Leo, canto.
A fronte della grande tradizione della lirica e della musica colta,Canzoni d’amore e libertà illustra, attraverso famose canzoni popolari, un diverso aspetto del rapporto tra musica e lingua italiana, anche nelle sue declinazioni dialettali. Da Partire partirò, partir bisogna(1799) ai canti della Resistenza, alle canzoni del dopoguerra, come la bellissima Oltre il ponte di Italo Calvino (1958) o come il fante Andrea di F. De Andrè. Sono canzoni di chi emigra, come Casca l’ulivao Maremma amara, di marinai che si perdono inseguendo sogni e miraggi, di donne fragili e forti come Marinella o le mondine immerse nelle risaie, di eroi popolari.
Il concerto, introdotto e commentato da Mario Di Leo, rende dunque conto del rapporto autentico e vivo della gente comune con il linguaggio musicale non solo nella quotidianità, ma anche di fronte ai grandi eventi della Storia.
Ingresso gratuito. Partecipazione al tel. (0221) 9405610 o eMail iiccolonia@esteri.it

Data: venerdì 23 ottobre 2015

Quando: ore 19.00

Luogo: Istituto Italiano di Cultura Colonia

Fonte: IIC Colonia

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Migranti, anche l’Anpi impegnata in una concreta solidarietà

di Carlo Smuraglia, presidente nazionale dell’Anpi

15 Settembre 2015

migranti-soccorsi-augusta-reutersQui di seguito un commento del presidente nazionale dell’Anpi, Carlo Smuraglia sull’ultimo numero di Anpi news.

Torno ancora sul tema cui ho accennato nel numero precedente, per rimarcare un fatto di notevolissima importanza: è scattato in tutta Italia (ma anche in diversi Paesi stranieri) un sentimento che pareva essere stato dimenticato, la solidarietà, si potrebbe dire addirittura l’umanità. C’è stata l’iniziativa della “marcia a piedi scalzi”, che ha avuto successo non solo a Venezia, ma anche in parecchie città italiane, con notevole partecipazione, soprattutto di giovani. Ma c’è stato anche un rinnovato sforzo di comprensione, di appoggio, di aiuto a questi disperati, che attraversano i mari, compiono a piedi centinaia di chilometri, non si arrestano di fronte ai muri o al filo spinato. C’erano già state, per la verità, diverse manifestazioni di solidarietà anche da parte di persone, cittadini, rimasti ignoti e che certamente non ambivano ad alcun riconoscimento (alla stazione di Milano, a quella di Bolzano, e in tante altre parti d’Italia); donne che hanno portato agli adulti

Continua la lettura di “Migranti, anche l’Anpi impegnata in una concreta solidarietà”

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail