È nato l’ANPI di Francoforte

Dopo alcuni mesi di incubazione, di passaparola e di raccolta di un primo nucleo di iscritti, lunedì 14 ottobre 2019 si è svolta la prima riunione di iscritti e simpatizzanti dell’ANPI a Francoforte. Con oltre 25 partecipanti, la riunione è stata unanimemente considerata un successo, e un punto di partenza quanto mai incoraggiante per l’inizio delle attività dell’ANPI a Francoforte. Al di là del pur importante dato numerico dell’adesione, vi è stata soprattutto la scoperta da parte di ciascuno delle storie e motivazioni personali dagli altri partecipanti, diverse ma concordi nell’intenzione di unirsi in un impegno comune intorno ai valori dell’ANPI, per coltivarli, farli valere nella società, e trasmetterli alle nuove generazioni. È questa motivazione condivisa che costituisce il vero fondamento dell’impresa comune che ha preso avvio il 14 ottobre a Francoforte.

Dalla discussione sono emerse diverse idee di iniziativa, che dovranno poi trasformarsi in un programma di lavoro da elaborare nei prossimi mesi. Fra queste: iniziative per la trasmissione dell’esperienza della Resistenza e del ruolo, contenuti e valore della Costituzione, rivolte in particolare ai giovani, e a cominciare dalla scuola; rapporti da stabilire con

Continua la lettura di “È nato l’ANPI di Francoforte”

Cantiamogliele

Care Compagne e cari Compagni,

il 28 ottobre si avvicina e se da un lato per buona parte dell’Italia la memoria corre all’anniversario della marcia su Roma suscitando sentimenti di tristezza riguardo l’inizio di una tragedia, dall’altra risveglia nefaste passioni mai sopite che coinvolgono un piccolo comune romagnolo per il quale il 28 ottobre ricorre l’anniversario della propria liberazione dal nazifascismo.

Che poi quel paese sia Predappio, città natale di Mussolini, rende la cosa quasi surreale.

Ogni anno in date particolari (28 aprile, 28 ottobre e altri tristi anniversari neri) Predappio si riempie di marmaglia fascista , diventa teatro di celebrazioni aberranti e di discorsi che sono veri e propri insulti alla dignità umana (oltre che alla nostra Costituzione). In quelle

Continua la lettura di “Cantiamogliele”

Storie di ordinaria vergogna

A Jesolo, località balneare frequentata da turisti italiani e stranieri, sugli scaffali del supermarket locale trovano spazio anche souvenir e bottiglie di vino con effigi fasciste e naziste. “Solo business” secondo il titolare del negozio, che spiega di vendere 1.500 bottiglie a stagione. Gli unici a lamentarsi, stando alle parole del commerciante, sarebbero proprio i cittadini tedeschi. Di ben altro avviso il sindaco Valerio Zoggia, che sul quotidiano La Nuova Venezia commenta: “Io non credo che ci sia nulla di irrispettoso e tanto meno illegale, come dimostrano le sentenze specifiche su casi precedenti. Quindi invito a voltare pagina e pensare ad altro, mentre i commercianti dovrebbero continuare a venderle e fare il loro lavoro” . Ringraziamo l’ANPI Jesolo per la (triste) segnalazione e auguriamo a tutti un’estate antifascista.

Leggi: Repubblica.it

“…condanniamo qualsiasi atto di violenza fascista ……”

Anche noi, cittadini italiani all’estero, abbiamo seguito con grande dolore e altrettanta preoccupazione le notizie riguardanti l’atto di matrice fascista di Macerata, un attentato ai valori fondanti della nostra Costituzione nonché un atto di violenza nei confronti della nostra stessa democrazia. Macerata è una ferita che sanguina e che continuerà a sanguinare finché la politica – tutta la politica – non alzerà la voce per condannare, senza se e senza ma, la brutalità fascista.

Come ANPI Germania condanniamo qualsiasi atto di violenza fascista e ribadiamo il diritto di scendere in piazza liberamente per sentirsi uniti e dire NO. Mai come in tempi burrascosi come questi è necessario ricordare la vita e l’impegno di coloro che si sono battuti con grande sacrificio di sangue e sofferenze contro il regime fascista per mettere le basi della nostra Repubblica. La lotta antifascista è più che ai attuale: solo l’antifascismo riuscirà ad arginare le tendenze xenofobe crescenti in Italia e Europa e a salvaguardare la nostra democrazia.

Viva l’antifascismo!

La RedAzione

Ihr Partisanen, nehmt mich mit Euch!

Giacomo Notari: Ihr Partisanen, nehmt mich mit Euch! Ein Bericht aus der Resistenza

Gegen Ende des Zweiten Weltkriegs erhob sich in Italien eine große Zahl von Menschen gegen die deutsche Besatzung und das faschistische Regime. Sie standen vor der Frage: Sollten sie sich den Truppen Mussolinis zur Verfügung stellen oder gegen Krieg und Unterdrückung aufstehen? Vor diese Alternative gestellt, schloss sich im Mai 1944 auch der damals 17-jährige Giacomo Notari aus einem Bergdorf des nördlichen Apennin unter dem Decknamen »Willi« der Resistenza an. Als Partisan in einer Garibaldi-Brigade leistete er seinen Beitrag zur Befreiung Italiens. Nach dem Krieg hieß es für ihn und viele andere, politische, kulturelle und ganz praktische Aufbauarbeit zu leisten und antifaschistische Werte auch mehr als 70 Jahre nach dem Zweiten Weltkrieg zu wahren. Auch dies ist in seinen erstmals auf Deutsch veröffentlichten Memoiren dokumentiert.

Giacomo Notari, *1927, langjähriger Präsident der Provinzorganisation Reggio Emilia des Partisanenverbands ANPI. Einsatz für ein antifaschistisches Italien – ob als Partisan, Bürgermeister oder aktiver Zeitzeuge.

 

Fonte: PapyRossaVerlag

ANPI Germania, avvio campagna tesseramento

L’ANPI Germania avvia oggi la campagna tesseramento 2018.

 

Coloro che sono interessati a rinnovare la tessera o a diventare soci possono inviarci una mail a:

info@anpi-deutschland.de o

contattarci tramite la nostra pagina facebook facebook.com/ANPIGermania

Un saluto antifascista!